Emozioni e salute – Mal di schiena Lecce


Esiste una connessione invisibile tra le nostre emozioni e la salute così forte da cambiare il funzionamento dei nostri organi che vengono portati in uno stato di iperfunzione o di ipofunzione ecco perchè è importante nutrirci di tutto ciò che ci emoziona positivamente.

Nella cultura medica occidentale questo aspetto viene considerato poco, forse perchè è troppo orientata a cercare soluzioni nella chimica, forse perchè ascoltare nel profondo una persona richiede tempo e pazienza o forse perchè è più facile e veloce prescrivere un farmaco anzichè ascoltare e cercare la vera causa del disagio o malattia nella vita della persona. Al di la dei motivi che hanno portato la medicina occidentale a svilupparsi in questa direzione, abbiamo la fortuna di comprendere questa preziosa connessione tra organi ed emozioni grazie ad altre discipline mediche sviluppatesi in altre parti del mondo come la medicina orientale.

Secondo la medicina cinese, ad esempio, le nostre emozioni non risiedono solo nella mente, come comunemente si pensa, ma in tutto il corpo ed in particolare nei nostri organi. Ciò che chiamiamo mente non risiede dunque solo nella testa ma in ogni parte del corpo. Attraverso gli organi di senso (vista, udito, tatto, gusto e olfatto) noi percepiamo la realtà ed in base a come interpretiamo le situazioni che ci toccano vengono stimolati uno o più dei nostri organi.

Da come si evince dal grafico soprastante, ai polmoni è legata la tristezza da una parte e la sensazione di spazio e di apertura dall’altra; Al cuore è legata l’ansia da una parte e la gioia e la leggerezza dall’altra; alla milza-pancreas è legata la preoccupazione, i pensieri ossessivi da una parte e la calma, la serenità e la capacità analitica dall’altra; al fegato è letata la rabbia da una parte e la programmazione, la lungimiranza dall’altra; in fine ai reni è legata la paura da una parte e la vitalità, il coraggio, la gioia di vivere dall’altra.

Tutto ciò fa comprendere che i nostri organi sono sensibili alle emozioni che proviamo nella nostra vita ed è per questo che quando si manifesta un problema fisico-organico è importante comprendere la causa di questo squilibrio non solo a livello organico ma anche e soprattutto a livello emotivo.

Risolvere un conflitto vissuto porta l’organo coinvolto a ripristinare quasi immediatamente le sue funzioni naturali senza assumere alcun farmaco e ritornando in poco tempo in salute.

Questi principi scoperti prima del 5000 A.C. dai medici cinesi, sono stati oggi approfonditi e resi ancora più chiari dalla Psicobiologia che permette di comprendere la precisa corrrelazione tra la malattia e l’evento che l’ha scatenata. Questi approfondimenti in merito al legame emozioni-malattie le dobbiamo principalmente al Dottor Hamer che grazie a quella che lui ha chiamato “Nuova Medicina Germanica” ha fatto luce sul senso della malattia che lui ha rinominato chiamandola “risposta biologica sensata” dell’organismo il quale produce dei cambiamenti nel corpo a livello organico, tessutale e comportamentale per adattarsi all’evento traumatico che la persona ha vissuto.

Tutto questo fa giungere ad una riflessione: la nostra salute dipende da ciò che mangiamo, da quanto e come ci muoviamo, dallo stile di vita che abbiamo? Certamente si ma dipende anche e soprattutto dalle emozioni che viviamo dentro di noi ogni giorno.