Polmoni – Mal di schiena Lecce


I polmoni sono la prima nostra fonte di sostentamento e di depurazione. Attraverso la respirazione ognuno di noi inala aria per poi assorbire ossigeno ed espellere anidride carbonica. Per questo motivo viene definito come l’organo che compie la prima separazione. Nella medicina cinese il polmone fa parte dell’elemento metallo insieme al suo viscere che è il grosso intestino. La vertebra collegata ai polmoni è la D3 (terza dorsale) che diventa dolente e contribuisce al mal di schiena quando uno o entrambi i poLmoni sono in sofferenza.

L’emozione correlata è la tristezza ed è il primo organo a soffrire quando viviamo una separazione, un lutto o un semplice litigio con una persona per noi importante. Il sapore invece legato al polmone è il piccante. Questo significa che se notiamo un cambiamento nei nostri gusti alimentari prediligendo il piccante in un particolare periodo della nostra vita potrebbe significare che il polmone è in sofferenza o debole e ha bisogno di essere riequilibrato.

Anche il polmone ha una funzione psichica come gli altri (cuore, fegato, milza-pancreas, reni) ed è lo spirito PO ovvero la vitalità, il 1° respiro, la sopravvivenza. E’ quello che scende dal concepimento fino all’ovulo fecondato per dare l’alito di vita. Il ritmo sonno-veglia, lo stimolo della fame ed altre funzioni automatiche sono dovute al polmone.

La fascia oraria di massima energia del polmone è tra le 3:00 e le 5:00 del mattino.

Uno squilibrio della funzione del polmone è a livello respiratorio e dermatologico in quanto l’organo associato è la pelle oltre che al naso.

Dal punto di vista psichico la persona che ha uno squilibrio del polmone non riesce a concretizzare.

L’altra funzione importante del polmone è quella definita ministeriale ovvero il senso di ordine e giustizia. Corrisponde alle relazioni primarie dell’individuo ovvero: il rapporto con i genitori (l’asma è legato alla relazione con la mamma) in una prima fase della vita e il rapporto con il partner successivamente.

Uno squilibrio può portare ad una crisi asmatica, una crisi intestinale o dermatologica. Una persona con uno squilibrio del polmone può diventare un maniaco dell’ordine oppure essere totalmente disordinato nella vita arrivando ad eccessi di qualunque tipo.

La funzione energetica è maestro del qi ovvero gestione dell’energia. I segni tipici di deficit di energia del polmone è la squilibrata gestione dell’energia con: astenia marcata ovvero mancanza di forze con incapacità di fare qualunque cosa, sia dal punto di vista fisico che psichico. Un altro segno del polmone è la sudorazione al minimo sforzo. Altri segni sono: voce debole, svogliatezza nel parlare, affanno al minimo sforzo, freddolosità diffusa, soffre frequentemente di faringiti, tonsilliti, difficoltà a cicatrizzare delle ferite, pallore diffuso, facilità a raffreddarsi.

Funzione di raccolta e diffusione che nel caso del polmone riguarda l’aria, la respirazione e anche i liquidi. In caso di squilibrio si avranno: problemi respiratori, dispnea respiratoria soprattutto nella fase inspiratoria. Spesso questo soggetto è magro in quanto ha carenza di liquidi, dunque secchezza. Le occhiaie al mattino sono dovute al polmone.

Funzione di raffreddamento: elimina il calore in eccesso. Attraverso il polmone perdiamo anche liquidi.

In fine un altro aspetto del polmone è che appare esteriormente alla pelle. Significa che la pelle dipende dal polmone dal punto di vista energetico e tutto ciò che appare sulla pelle come inestetismi e patologie varie partono da uno squilibrio, debolezza o funzione alterata del polmone.

Tutte queste funzioni possono essere riequilibrate con le tecniche della medicina cinese quali: moxibustione, digitopressione, agopuntura, shiatsu. Il miglioramento che si ottiene da questi trattamenti è evidente.